Parentesi

Una parentesi è un segno di punteggiatura tipicamente usato in coppie abbinate all’interno di un testo, per distinguere o interporre altro testo. La coppia abbinata può essere descritta come apertura e chiusura, sinistra e destra, o inizio e fine. Le parentesi comprendono le parentesi tonde (dette anche parentesi), quadre, graffe (dette anche parentesi graffe) e angolari (dette anche chevron), oltre a varie coppie meno comuni come le parentesi “pipa”.

Le parentesi sono utilizzate in vari modi, tra cui:

Per separare o intercalare il testo:

I risultati dello studio non sono conclusivi. ( )

Per racchiudere materiale esplicativo o parentetico:

La mascotte della scuola è l’aquila (Aquila chrysaetos).

In notazione matematica:

x = y + z (x è uguale a y più z)

Per racchiudere un testo che fa parte di una citazione più ampia:

“E così”, disse l’insegnante, “siamo giunti alla fine di un altro anno scolastico.”

Per racchiudere un testo che è stato omesso da una citazione più ampia:

E così [l’insegnante] disse: “Siamo giunti alla fine di un altro anno scolastico”.'”

Nei linguaggi di programmazione, per racchiudere il codice che deve essere eseguito come unità:

{

printf(“Ciao, mondo!”);

}

In alcuni linguaggi, come il C e il PHP, le parentesi sono utilizzate anche per delimitare gli indici degli array

Come si chiamano le parentesi {}?

Le parentesi {} sono chiamate parentesi graffe.

Che cos’è il simbolo della parentesi?

Il simbolo della parentesi è un segno di punteggiatura tipicamente usato tra parentesi, parentesi o parentesi graffe.

Che cosa significa [] nella scrittura?

Le parentesi [ ] sono utilizzate per indicare che qualcosa è opzionale. Ad esempio, se si vede [xyz], significa che si può scegliere di includere xyz o di ometterlo.

Come si usano le parentesi?

Ci sono diversi modi di usare le parentesi. Un modo è quello di usarli per raggruppare le cose. Ad esempio, se si volesse aggiungere 2 + 2 e 3 + 3, si potrebbero raggruppare in questo modo:

(2 + 2) + (3 + 3)

In questo modo si ottiene la risposta 10.

Le parentesi possono anche essere utilizzate per indicare l’ordine delle operazioni. In matematica, esiste un ordine specifico delle operazioni che stabilisce l’ordine in cui devono essere eseguiti i calcoli. Questo ordine è tipicamente indicato con l’acronimo PEMDAS:

P: Parentesi

E: Esponenti

MD: Moltiplicazione e divisione (da sinistra a destra)

AS: addizioni e sottrazioni (da sinistra a destra)

Per esempio, supponiamo di avere l’equazione 4 + 5 * 2. Se si eseguisse il calcolo da sinistra a destra, si otterrebbe 14. Tuttavia, poiché la moltiplicazione ha un ordine di operazioni più alto rispetto all’addizione, in realtà si fa prima la moltiplicazione e poi si aggiunge il 4. La risposta è 18.

In breve, le parentesi possono essere utilizzate sia per raggruppare le cose che per indicare l’ordine delle operazioni.

Lascia un commento