Cinesica

La cinesica è lo studio del movimento del corpo, dei gesti e delle espressioni facciali, comprese le loro origini, i loro significati e i loro usi nella comunicazione. È nota anche come comunicazione non verbale, comportamento non verbale o ricerca sulla comunicazione non verbale. La cinesica è un campo relativamente nuovo, essendo emerso solo a metà del XX secolo, ed è ancora in evoluzione.

Non esiste una definizione univoca di cinesica, ma il termine è generalmente utilizzato per riferirsi a tutte le forme di comunicazione non verbale, compresi il linguaggio del corpo, i gesti, le espressioni facciali e il contatto visivo. La ricerca sulla cinesica si concentra spesso sul modo in cui questi segnali non verbali vengono utilizzati in varie situazioni sociali, come ad esempio nelle trattative, nei colloqui o durante le conversazioni.

La cinesica è generalmente considerata un sottoinsieme della comunicazione non verbale, che comprende anche altre forme di comportamento non verbale, come la prossemica (lo studio dello spazio personale) e il paralinguaggio (caratteristiche vocali come l’intonazione, il volume e la velocità del discorso).

Il termine cinematica è stato coniato per la prima volta da Ray Birdwhistell, un pioniere della comunicazione non verbale, nel suo libro del 1952 Introduction to Kinesics (Introduzione alla cinesica).

Cos’è la cinesica e la prossemica?

La cinesica è lo studio del linguaggio del corpo e la prossemica è lo studio dello spazio personale.

Quali sono i tipi di cinesica??

La cinesica è lo studio del movimento del corpo e dei gesti, comprese le espressioni facciali e i movimenti degli occhi. Esistono quattro tipi principali di cinesica:

1. Emblemi: Sono gesti che hanno un significato specifico che viene compreso sia da chi parla sia da chi ascolta. Ad esempio, un saluto con la mano o un pollice in su.

2. Illustratori: Questi gesti aiutano a illustrare o a sottolineare le parole dell’oratore. Ad esempio, indicare o usare gesti espansivi con le mani durante una presentazione.

3. Visualizzazione degli affetti: Sono gesti che comunicano emozioni o stati d’animo. Per esempio, un sorriso o un’espressione accigliata.

4. Regolatori: Questi gesti aiutano a regolare le interazioni, il rispetto dei turni e la comunicazione. Ad esempio, annuire per dimostrare che si sta ascoltando o alzare un dito per segnalare che qualcun altro deve parlare.

Cos’è il linguaggio del corpo della chinesiologia?

La chinesiologia è lo studio del linguaggio del corpo, comprese le espressioni facciali e i gesti. È una branca della comunicazione non verbale.

Quali sono i 5 tipi di comunicazione kinesiologica??

I cinque tipi di comunicazione kinesiologica sono:

1. Il contatto visivo

2. Espressioni facciali

3. Gesti

4. Il linguaggio del corpo

5. Prossemica

Lascia un commento