Base monetaria

La base monetaria è la somma della valuta in circolazione e delle riserve della banca centrale di un Paese. La base monetaria è talvolta indicata come offerta di moneta, ma non è corretto, poiché l’offerta di moneta comprende anche altre attività come i depositi delle banche commerciali.

La base monetaria è un indicatore chiave dell’offerta di moneta di un Paese e della sua pressione inflazionistica. Un aumento della base monetaria indica un’espansione dell’offerta di moneta, che può portare all’inflazione se non è gestita correttamente dalla banca centrale del Paese. La base monetaria è controllata dalla banca centrale attraverso la politica monetaria.

La base monetaria è costituita da due componenti:

1. Moneta in circolazione: È il contante fisico in circolazione e comprende sia la cartamoneta che le monete. È importante notare che la moneta in circolazione non coincide con la massa monetaria, poiché anche i depositi delle banche commerciali fanno parte della massa monetaria.

2. Riserve della banca centrale: È il denaro che la banca centrale ha a disposizione per far fronte ai propri obblighi, come il rimborso della moneta per il suo intero valore o la fornitura di liquidità al sistema bancario. Le riserve della banca centrale possono essere in forma di contanti o di investimenti.

Che cos’è la base monetaria rispetto a M1?

La base monetaria è l’offerta totale di moneta in un’economia. Include la moneta fisica e i depositi presso le banche centrali. M1 è una misura dell’offerta di moneta che comprende la moneta fisica e i depositi a vista.

Qual è la differenza tra base monetaria e offerta di moneta??

La base monetaria è la somma di tutto il denaro in circolazione, compreso il contante fisico e il denaro detenuto in conti correnti e altri conti di deposito. L’offerta di moneta è una misura di tutto il denaro in circolazione, ma esclude il denaro detenuto in conti correnti e altri conti di deposito. La massa monetaria comprende invece solo il contante fisico e il denaro detenuto in conti di risparmio e altri investimenti.

Chi controlla la base monetaria?

La base monetaria è la parte dell’offerta di moneta che consiste nella valuta fisica e nelle riserve detenute dalle banche nei loro caveau. La Federal Reserve controlla la base monetaria negli Stati Uniti e può influenzare l’offerta di moneta modificando i requisiti di riserva per le banche o impegnandosi in operazioni di mercato aperto.

Cosa influisce sulla base monetaria?

La base monetaria è la quantità totale di denaro in circolazione in un’economia. È costituita da valuta fisica, come monete e banconote, e da denaro detenuto in conti bancari come depositi. La base monetaria è diversa dall’offerta di moneta, che comprende tutte le forme di denaro, compresi i contanti, i saldi dei conti correnti e gli investimenti.

La base monetaria è influenzata da una serie di fattori, tra cui le azioni della banca centrale, le condizioni economiche e il livello dei prestiti delle banche commerciali.

La banca centrale può influenzare la base monetaria attraverso la sua politica monetaria. Ad esempio, se la banca centrale vuole aumentare l’offerta di moneta, può farlo stampando più denaro e iniettandolo nell’economia. Questo aumenterà la base monetaria. In alternativa, la banca centrale può acquistare attività dalle banche commerciali, aumentando così la base monetaria.

Anche le condizioni economiche possono influenzare la base monetaria. Ad esempio, se la domanda di moneta è elevata, ciò può portare all’inflazione, che aumenterà la base monetaria. In alternativa, se c’è una bassa domanda di denaro, questo può portare alla deflazione, che diminuirà la base monetaria.

Infine, anche il livello dei prestiti delle banche commerciali può influenzare la base monetaria. Se le banche commerciali prestano più denaro, aumenterà l’offerta di moneta e la base monetaria. Se invece le banche commerciali prestano meno denaro, l’offerta di moneta e la base monetaria diminuiscono.

Lascia un commento